fbpx

Il passaggio delle stagioni è spesso motivo per organizzare eventi e momenti associativi. In molti Comuni del nostro Cantone, al cadere delle prime foglie autunnali, hanno inizio le cosiddette “castagnate”. Non potevo certamente mancare alla castagnata che oggi si è tenuta al Lido di Agno in una cornice meravigliosa dove gli alberi cominciavano a mostrare i primi rami spogli e i verdi prati ad essere ricoperti dalle foglie dai 1000 colori.

Si sentivano le voci allegre di persone di ogni età, dai bambini che correvano sulle rive del lago agli adulti seduti attorno a quei tavoli di legno ciascuno con il proprio fascino. Un ambiente degno dei quadri di Manet; il lago ancora una volta la faceva da padrone nonostante i Diamanti che lo ricoprono nella stagione estiva abbiano lasciato il posto ai colori più spenti. Il sole caldo di questo 14 ottobre ha reso tutto incantevole e magico: è stata per me una vera emozione poter trascorrere qualche momento con amici e conoscenti in un’aria rilassata e conviviale. Vorrei ringraziare tutte le persone presenti, anche quelle con le quali ho incrociato solo uno sguardo, per le emozioni che mi hanno regalato e per avermi ricordato quanto la semplicità di un momento meriti di essere apprezzata e valorizzata. Energia e voglia di vivere, una vera ricarica per affrontare quella quotidianità che molto spesso ci fa perdere di vista l’importanza di questi momenti aggregativi. Un grazie speciale a tutti i Comuni che si impegnano per questi eventi e, da parte mia, un sentito ringraziamento al comune di Agno per regalare ai propri abitanti e non solo, ad ogni stagione, un evento aggregativo, ben consapevole dell’impegno necessario. Il vero grazie è però quello che arriva dalle centinaia di persone che oggi hanno animato questo magnifico palcoscenico che si è aperto sul golfo di Agno. E adesso diamo inizio ad una nuova settimana con il cuore arricchito dalle emozioni raccolte.